mercoledì 23 dicembre 2015

Buon Natale

Mi hanno chiesto di andare a parlare del mio ruolo di capo scout e come questo sia cambiato con la malattia. Mi trovo qui davanti al mio pc come non mi trovavo da tempo, ripercorrere ancora quella strada risulta essere faticoso. Perchè vorrei essere già alla fine. Perchè so che la fine, cioè l'oggi, trovo la mia vita è bella, e sono felice. Felice di tutti quegli incontri che mi rafforzano, che mi sostengono che pregano per me, che piangono per le belle notizie e cercano di scrutare il mio volto per comprendere quanto io la ritenga davvero una bella notizia, o quanto sia già proccupata e/o orientata al passo successivo. 
Sono state giornata intense queste per me, che fortunatamente la mia Amica Elisa ha condiviso con me. 
Oggi scrivo per un motivo: domani è Natale e vi auguro di trovare quel Natale, qualunque sia il vostro credo, perchè per me, è un atto infinito d'amore, è quella coperta calda che a fine giornata ridona la rilassatezza a te stessa. Perchè stare in guerra è faticoso, spesso, continuamente smarriamo noi stessi, e poi con forza, fatica, lacrime ci ritroviamo.
Forse vi sembrerò autoreferenziale, sono una donna che può dare consigli, da me se vorrete dovrete chiedere, le nostre vite sono così piene di medici e ospedali... io sono a vostra disposizione, ma intanto per provocarvi parlerò di me,  di cosa ho capito, nella speranza di aiutarvi a trovare la vostra prospettiva, la vostra dimensione nella malattia. Perchè se c'è una cosa che ho capito, è che la malattia è vostra, e solo ognuno di noi può comprendere qual è il modo giusto di viverla. La risposta non arriva subito. 
Il mio augurio che oggi per noi che viviamo con questa sofferenza, o questa cicatrice, oggi sia solo una giornata di gran frastuono esterno perchè per noi è sempre Natale, perchè noi il Natale o troviamo nello sguardo di chi abita il nostro cuore nel nostro silenzio. E se invece percepite un silenzio sordo... beh, allora si vi auguro di trovare il coraggio di incontrare quelle persone che abiteranno il vostro cuore, che sapranno mai deludervi... perchè per me l'amore vero è questo. Pensare al bene dell'altro, e sentirlo dentro. Senza tempo, senza aspettative, senza giudizio... perchè queste persone sapranno stare con voi in silenzio. E sarà Natale.

2 commenti:

  1. Ciao Marta, sto spesso in Silenzio quando passo da queste parti, non solo qui, sono io così... un pò silenziosa, ma vi leggo con intensità. Oggi però, ho proprio bisogno di lasciare un abbraccio "scritto e intenso " a Te e ad Elisa.
    Buon Natale. Con il Cuore.
    Cristina

    RispondiElimina
  2. Grazie Cristina!
    Ora, così, mi viene da risponderti che qui puoi anche urlare... Noi ricambiamo quest'abbraccio ricco di energia e sentimento a te, per te, Cristina.
    .... sai dove trovarci, noi siamo qui...
    Marta

    RispondiElimina

Seguimi via Email